news e iniziative


IRIS – vincitori del concorso

Si è conclusa la 4^ edizione del Concorso I.R.I.S.-Io Rompo Il Silenzio, promosso da A.I.D.A.- Associazione Incontro Donne Antiviolenza-, dallo young team che collabora con A.I.D.A. e dai rappresentanti d’Istituto del Liceo Classico-Linguistico D. Manin.

I vincitori:

ADJO KATE KOUAKOU – 5ARIM dell’II.S. A. Ghisleri con

Amore comanda colore <- clicca per leggere

per la sezione ‘Scrivi una poesia, un racconto, un monologo o un dialogo sul tema della violenza contro donne’

ALESSANDRA CHIAPPA – 5DLIN del Liceo Classico-Linguistico D. Manin e CATERINA GALBIGNANI  – 5ALIN del Liceo Classico-Linguistico D. Manin con

Rosso <- clicca per leggere

per la sezione ’Gira un cortissimo (2-3 minuti) sul tema della violenza contro le donne’.


La premiazione è avvenuta venerdì 27 aprile 2018, presso Palazzo Cittanova al termine della breve messa in scena de Una storia semplice e dell’installazione La gabbia e il tavolo rosso, a cura delle studentesse e degli studenti che quest’anno scolastico hanno svolto l’attività di alternanza scuola-lavoro presso il Centro Antiviolenza di Cremona A.I.D.A.


Lo spettacolo ha goduto del Patrocinio e della collaborazione del Comune di Cremona e della Consigliera Provinciale di Parità.

 

 

VOLANTINO

 


IRIS – io rompo il silenzio

I.R.I.S. – Io Rompo il Silenzio

 

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

A.I.D.A. onlus – Associazione Incontro Donne Antiviolenza

Liceo Classico Linguistico D.MANIN Cremona

INCONTRO DI ESPRESSIVITA’ VARIA

venerdì 27 aprile 2018 ore 19.00

Palazzo Cittanova, Corso Garibaldi 120 – Cremona

 

 

Una storia semplice

Messa in scena di un breve testo sul tema della violenza maschile contro le donne ideato, scritto, sceneggiato e interpretato dalle studentesse e dagli studenti dell’Alternanza

 

La gabbia  e il  tavolo  rosso                                                                                                 

Studio per un’installazione sul tema della violenza maschile contro le donne a cura delle studentesse e degli studenti dell’Alternanza      

 

Quarta edizione del Concorso i.r.i.s.- io rompo il silenzio sul tema della violenza di genere, promosso da A.I.D.A. e dagli studenti del Manin, e rivolto agli alunni degli Istituti d’Istruzione Superiore cittadini.                                                                                                    

Subito dopo la rappresentazione si procederà alla premiazione dei vincitori.

 

 

VOLANTINO

 


Clementine antiviolenza

Giornata Internazionale

CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

in memoria di Fabiana e tutte le altre donne

il 25 Novembre 2017 nelle piazze di
Bari, Bologna, Cosenza, Cremona, Roma e il 26 Novembre a Perugia con le clementine o erte dalle imprenditrici di Confagricoltura Donna Lombardia

SOSTIENI I CENTRI ANTIVIOLENZA

a Cremona Clementine Antiviolenza in Galleria XXV Aprile il 25 Novembre 2017

VOLANTINO

 


Verso il 25 Novembre

VERSO IL 25 NOVEMBRE
GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

31 cadaveri di giovani donne fra i 14 ed i 18 anni sbarcati in 2 giorni fra Salerno e Reggio Calabria; queste giovani che potrebbero essere nostre figlie e sorelle si aggiungono ai 2808 morti accertati nel Mediterraneo nel 2017 e ai 5096 del 2016, tantissimi di questi erano donne e bambini. Condividiamo le parole del Prefetto di Salerno Malfi: “E’ una tragedia dell’umanità, una storia che tocca il cuore”.

Come donne non possiamo tacere e non chiedere conto delle morti in mare e delle violenze e torture contro donne e bambini ai confini dell’Europa.
Nel percorso che ci porterà al 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza alle donne, abbiamo pensato di incontrare pubblicamente tre donne cremonesi che quotidianamente e nel silenzio lavorano per i diritti delle donne migranti e di ascoltare dalle loro voci le storie di migrazione.

MERCOLEDÌ 22 NOVEMBRE ALLE ORE 17:30

PRESSO LA SALA FORUM via Speciano 2, Cremona

“Nessuno abbandona la sua casa se non fosse una bocca di squalo, nessuno mette i figli su un barcone se il mare non fosse più sicuro della terra” (poetessa somala)

INCONTRO PUBBLICO CON:

  • Tina Maffezzoni – operatrice umanitaria Medici Senza Frontiere
  • Pinuccia Meazza – Fondazione Madre Rosa Gozzoli
  • Nicoletta D’Oria Colonna – Pronto intervento donna Caritas

    L’incontro è promosso da Associazione Donne Senza Frontiere, Associazione A.I.D.A. e Rete Donne Cremona.
    Hanno aderito ad oggi: assessore Rosita Viola, on. Franco Bordo, Agostino Alloni – consigliere regionale

    Auser territoriale, Unipop Cremona, Arci Cremona, Acli, Anteas, Immigrati cittadini, Forum Terzo settore

    Per aderire inviare una mail a: dsfdonnesenzafrontiere@gmail.com


IRIS – io rompo il silenzio

I.R.I.S. – Io Rompo Il Silenzio

 

L’ Associazione A.I.D.A. – Associazione Incontro Donne Antiviolenza – lo young team di Aida, gruppo di studentesse e studenti del Liceo Classico ‘D. Manin’’, che collaborano con A.I.D.A per la sensibilizzazione sul tema della violenza contro le donne, i rappresentanti d’Istituto del Liceo Classico ‘DD.. Manin’’ di Cremona indicono il seguenteBando di Concorso rivolto a tutti gli alunni frequentanti le classi terza, quarta e quinta della Scuola Secondaria di Secondo Grado di Cremona e Provincia

 

REGOLAMENTO


Convegno 11 Ottobre 2017

Giornata mondiale delle bambine

11 ottobre 2017

A.I.D.A. – Il Centro Antiviolenza di Cremona
organizza un incontro sull’analisi del fenomeno della violenza sulle bambine

ONCE UPON A TIME…
C’era una volta…e ora non c’è più?

09.00 – 13.00 Palazzo Cittanova Corso Garibaldi, 120 – Cremona

 

Terre des Hommes
Indifesa – 6^ edizione (contributo filmato)

Carmen Leccardi – Docente di Sociologia della Cultura Università di Milano-Bicocca Essere donne oggi: tra nuove rappresentazioni e nuove contraddizioni

Alessia Fusari – Psicologa dell’Azienda Sociale Cremonese
Se Cenerentola non avesse perso la scarpetta – La bambina di oggi, la donna di domani

Fatiha Erzzini – Presidente Donne senza frontiere di Cremona Identità dei figli dei migranti

Monica Vangi – Segreteria Confederale CGIL–Cremona Povertà educativa: effetti, cause e obiettivi

Monica Tonghini – Segreteria e Coordinamento donne FIM-CISL Asse del Po Crescere prima del tempo – Carichi di responsabilità nel tempo della maturazione

Simona Frassi moderatrice dell’incontro – Vice Presidente di A.I.D.A.onlus Associazione Incontro Donne Antiviolenza di Cremona

Seguirà confronto in sala

L’incontro è aperto alla cittadinanza e rivolto in modo particolare agli studenti degli Istituti Superiori cittadini e ai loro insegnanti.

VOLANTINO

VIDEO


APP D.i.Re

Una APP per dare un aiuto rapido e concreto alle donne vittime di violenza

 

 

 

 

 

 

Eau Thermale Avène sostiene D.i.Re nella creazione di una APP per dare un sostegno immediato ed efficace alle donne che subiscono violenza.

8 giugno 2017

Una APP completamente gratuita, che dia immediatamente informazioni utili e riferimenti per entrare in contatto con il Centro Antiviolenza più vicino: è l’ultimo fra i tanti progetti dell’Associazione D.i.Re D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza, realizzato in collaborazione con Eau Thermale Avène, il marchio dermocosmetico dei Laboratoires Pierre Fabre che si prende cura delle pelli sensibili.

La creazione della APP si inserisce nell’ambito della collaborazione tra Eau Thermale Avène e D.i.Re, intrapresa due anni fa con il lancio di La bellezza di essere sensibili #ConLeDonneXLeDonne e conferma l’impegno di Eau Thermale Avène nel sensibilizzare le donne ad affrontare ogni forma di violenza maschile.

La nuova App. D.i.Re è completamente gratuita e facilmente scaricabile sul proprio smartphone: è stata pensata per cercare e trovare con pochi clic il Centro Antiviolenza più vicino.

In Italia, le 80 associazioni della rete D.i.Re distribuite su tutto il territorio nazionale gestiscono centri antiviolenza e molte di queste anche case rifugio.

I Centri Antiviolenza sono luoghi in cui vengono accolte le donne che hanno subito violenza. Grazie all’accoglienza telefonica, ai colloqui personali, all’ospitalità in case rifugio e ai numerosi altri servizi offerti, le donne sono coadiuvate nel loro percorso di uscita dalla violenza, nel rispetto delle loro scelte.

I Centri antiviolenza svolgono attività di consulenza psicologica, consulenza legale, gruppi di sosteg.no, formazione, promozione, sensibilizzazione e prevenzione, raccolta ed elaborazione dati, orientamento ed accompagnamento al lavoro, raccolta materiale bibliografico e documentario sui temi della violenza. Le Case rifugio, spesso ad indirizzo segreto, ospitano le donne ed i/le loro figli/figlie minorenni per un periodo di emergenza.

“Due anni fa abbiamo iniziato insieme a D.i.Re un percorso di sensibilizzazione #ConLeDonneXLeDonne con l’obiettivo di creare una maggiore consapevolezza sulla violenza maschile, che assume ogni giorno di più una connotazione drammatica. Abbiamo ottenuto un notevole consenso e abbiamo compreso che ancora molto si può e si deve fare. Ecco perché abbiamo ritenuto opportuno rinnovare il nostro impegno sostenendo D.i.Re nella realizzazione di questa APP: uno strumento semplice da utilizzare ed estremamente efficace, che dia un aiuto rapido a chi finalmente trova il coraggio di porre fine a una situazione spesso insostenibile” commenta Maria Tilde Reposi, Direttore Generale di Pierre Fabre Italia

Titti Carrano, Presidente di D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza afferma: “La collaborazione di Eau Thermale Avène è per noi davvero preziosa: abbiamo realizzato una  App per smartphone, perché vogliamo dare a tutte le donne che subiscono violenza la possibilità di trovare il Centro Antiviolenza più vicino con un semplice click, attraverso un sistema di geolocalizzazione e con una mappa interattiva. Il nostro obiettivo è presentare uno strumento davvero prezioso per le donne che vivono situazioni di violenza e spesso non sanno a chi rivolgersi e come agire. 

Tutte le donne potranno registrarsi in maniera sicura e accedere all’area riservata dove sarà possibile salvare il Centro Antiviolenza più vicino e annotare in un’agenda tutti gli episodi di violenza subiti così da rendere più semplice l’eventuale ricostruzione degli eventi nel caso la donna scelga liberamente di denunciare. 

Inoltre sarà disponibile per tutte le donne un questionario e test di conoscenza tematica con navigazione dinamica che permetta di riconoscere la violenza, le situazioni di rischio e quindi la necessità di rivolgersi ad un Centro Antiviolenza. 

Grazie alla donazione ricevuta da Eau Thermale Avène la visibilità della nostra Associazione si è molto rafforzata sia per quanto riguarda i social network che il sito web – nello specifico il sito web www.direcontrolaviolenza.it ha avuto nel 2016 un incremento di visualizzazioni del 95,6%, offrendo a tutte le donne informazioni utili e supporto per vivere libere dalla violenza.

Anche per questo motivo è ancor più importante il sostegno concreto di un’azienda come Pierre Fabre Italia con il marchio Eau Thermale Avène”.

Eau Thermale Avène e D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza credono fermamente nell’utilità di questo strumento e ritengono che la creazione di questa APP possa rappresentare un altro, importante passo da compiere se si intende contrastare e offrire una soluzione a tutte le donne che subiscono violenza.

EAU THERMALE AVENE  – specialista delle pelli sensibili. 
Da oltre 25 anni, Eau Thermale Avène, si prende cura delle pelli sensibili. A base di Acqua termale Avène, lenitiva ed addolcente per natura, assicura efficacia, tollerabilità e benessere alle pelli sensibili.  Da sempre attiva in progetti dedicati all’educazione su tematiche legate alla salute e alla bellezza, si impegna oggi in un progetto contro la violenza di genere, confermando la  sensibilità nei confronti delle donne.

https://www.facebook.com/EauThermaleAveneItalia|www.avene.it

D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza 

L’Associazione Nazionale D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza raccoglie in un unico progetto 80 associazioni di donne, che gestiscono Centri Antiviolenza e Case Rifugio in Italia. È nata alla scopo di promuovere azioni di sensibilizzazione, formazione e contrasto alla violenza maschile contro le donne per innescare un cambiamento culturale di trasformazione della società italiana nei riguardi del fenomeno della violenza maschile contro le donne.

www.direcontrolaviolenza.itdirecontrolaviolenza@women.it       D.i.Re Donne in rete contro la violenza –  @direlaviolenza

UFFICIO STAMPA PIERRE FABRE ITALIA
Nicoletta Tognoni
presse.italia@pierre-fabre.com
tel. 0247794439

UFFICIO STAMPA D.i.Re

Paola Tavella

press.direcontrolaviolenza@women.it

tel. 3334703024

HAVAS PR

Marianna Lovagnini

Marianna.Lovagnini@havaspr.com

tel 02-85457040


VINCITORI IRIS – io rompo il silenzio –

Il centro antiviolenza A.I.D.A. onlus – Associazione Incontro Donne Antiviolenza- con la collaborazione di un gruppo di studentesse (Aidine) che collaborano con Aida per la sensibilizzazione sul tema della violenza contro le donne, i rappresentanti d’Istituto del Liceo Classico e Linguistico ‘Daniele Manin’ indicono il seguente Bando di Concorso rivolto a tutti gli alunni delle classi terze, quarte e quinte frequentanti la Scuola Secondaria di Secondo Grado di Cremona e Provincia

IRIS, Io Rompo Il Silenzio

3^ edizione

I vincitori delle 4 sezioni pervenuti sono:
 

1. ‘Scrivi una poesia, un racconto, un monologo o un dialogo sul tema della violenza contro le donne’

ELISA MARIENI Al riparo di una prigione  – LICEO CLASSICO-LINGUISTICO ‘MANIN’   (N 1)


2. ‘Crea un’immagine sul tema della violenza contro le donne per t-shirt’
NON PERVENUTA

3. ‘Scrivi una frase sul tema della violenza contro le donne per braccialetto, di massimo 40-50 lettere’

T. BENSLIMANI L’amore  –  EINAUDI – INDIRIZZO SOCIO-SANITARIO  (N 4)


4. ‘Gira un cortissimo (2-3 minuti) sul tema della violenza contro le donne’

MATTEO LOMBARDI La luce nel silenzio – LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE ‘TORRIANI’  (N 9)


5. ‘Rappresenta graficamente con una tecnica liberamente scelta il tema della violenza contro le donne’

 CLASSE 4^C FIGURATIVO  Donna: riflessioni contemporanee    – LICEO ARTISTICO ‘MUNARI’ (N 12)

CLICCA I TITOLI PER VEDERE

MENZIONE SPECIALE CLASSE 5^C FIGURATIVO L’arte che denuncia – LICEO ARTISTICO ‘MUNARI’ (N 13) per la sensibilità, la profondità e la ricchezza espressiva con cui ha saputo interpretare il tema della violenza contro le donne  


6. ‘Scatta una fotografia sul tema della violenza contro le donne’

NON PERVENUTA